La NASA teme che la rete Starlink di seconda generazione di SpaceX rappresenti un pericolo orbitale

networking

February 10, 2022

La NASA teme che la rete Starlink di seconda generazione di SpaceX rappresenti un pericolo orbitale

Il piano di SpaceX di inviare 30.000 satelliti per Starlink sta affrontando la resistenza della NASA per le preoccupazioni che la rete orbitale avrà un impatto sulle missioni dell'agenzia spaziale. 

Le preoccupazioni della NASA si concentrano sulla rete Starlink di seconda generazione di SpaceX, di cui la società ha bisogno per garantire l'autorizzazione FCC prima di poter lanciare i satelliti. Martedì, l'agenzia spaziale ha presentato un deposito di 7 pagine alla FCC in cui illustrava i rischi della rete di 30.000 satelliti che causano congestione sull'orbita terrestre. 

"La NASA vuole garantire che il dispiegamento del sistema Starlink Gen 2 sia condotto con prudenza, in un modo che supporti la sicurezza del volo spaziale e la sostenibilità a lungo termine dell'ambiente spaziale", ha scritto l'agenzia. La CNBC è stata la prima a riportare la notizia.

Una delle principali preoccupazioni della NASA sui 30.000 satelliti è il rischio che si scontrino con altri oggetti nello spazio. Per evitare ciò, SpaceX ha progettato i satelliti con un sistema anti-collisione autonomo, in grado di spostarli via. Tuttavia, la NASA dubita dell'affermazione della società secondo cui non c'è "rischio zero" che i satelliti possano mai causare una collisione orbitale, soprattutto perché sono in programma altre grandi costellazioni di satelliti. 

“Con il potenziale per più costellazioni con migliaia e decine di migliaia di veicoli spaziali, non è consigliabile presumere che i sistemi di propulsione, i sistemi di rilevamento del suolo e il software siano affidabili al 100% o che le operazioni manuali (se presenti) siano prive di errori al 100% ”, ha detto la NASA alla FCC. 

Satelliti Starlink in orbita.
La rete Starlink di prima generazione gestisce attualmente oltre 1.400 satelliti attivi. La rete di seconda generazione sarà molto più ampia.

Un'altra preoccupazione riguarda i satelliti Starlink che riflettono troppa luce solare, che secondo la NASA potrebbe impedire ai telescopi spaziali di osservare il clima terrestre e impedire ai telescopi terrestri di rilevare asteroidi vicini alla Terra. 

"Con l'aggiunta di circa 30.000 satelliti Starlink come descritto nella richiesta di emendamento Gen2, la NASA stima che ci sarebbe uno Starlink in ogni singola immagine di rilevamento di asteroidi presa per la difesa planetaria contro impatti pericolosi di asteroidi, diminuendo l'efficacia del rilevamento di asteroidi rendendo inutilizzabili porzioni di immagini ”, ha aggiunto l'agenzia. La comunità astronomica ha espresso la stessa preoccupazione.

Inoltre, la NASA teme che la rete di seconda generazione renderà più difficile inviare veicoli spaziali alla Stazione Spaziale Internazionale poiché circa 20.000 satelliti Starlink orbiteranno sotto di essa.

Tuttavia, l'agenzia spaziale non è contraria alla rete Starlink di seconda generazione di SpaceX. Piuttosto, la NASA chiede a SpaceX di presentare ulteriori prove che dimostrino che la mega-costellazione satellitare non interromperà un giorno le attività dell'agenzia spaziale. Ad esempio, la NASA raccomanda a SpaceX di pubblicare un'analisi che dimostri che la capacità di manovra automatica dei satelliti Starlink è "sufficientemente scalabile per l'intera dimensione della costellazione proposta". L'agenzia chiede inoltre a SpaceX di fornire maggiori dettagli tecnici sui satelliti Starlink di seconda generazione.

"Questo informerà un'analisi approfondita dei rischi e degli impatti per le missioni della NASA e consentirà una strategia di mitigazione", ha aggiunto. 

La NASA rileva inoltre di aver inviato commenti simili alla FCC su altre grandi costellazioni di satelliti. "Con l'aumento delle proposte di grandi costellazioni alla FCC, la NASA ha preoccupazioni per il potenziale aumento significativo della frequenza degli eventi di congiunzione e dei possibili impatti sulle missioni scientifiche e umane della NASA", ha aggiunto l'agenzia. 

Il deposito è arrivato lo stesso giorno anche diverse società rivali di Starlink di SpaceX hanno espresso preoccupazioni per le dimensioni della rete di seconda generazione. Tuttavia, SpaceX spera che la FCC approvi rapidamente la sua proposta per la costellazione di 30.000 satelliti con l'obiettivo di lanciare i primi satelliti il ​​prossimo mese.